Search
  • infoluciapolidoril

Mattone: è veramente ripartito il mercato immobiliare?


Facciamo il punto della situazione. Torna l’interesse degli italiani per la casa. Dopo che una crisi immobiliare senza precedenti ha fatto dubitare anche gli investitori più affezionati al mattone, le compravendite hanno cominciato a invertire la rotta. E anche i prezzi, seppur ancora in leggero calo, sembrano aver finito la lunga discesa che ha portato gli immobili a perdere mediamente il 25% del loro valore.

A Milano il risveglio è già iniziato. Il mercato immobiliare in questa città sta viaggiando con una marcia in più rispetto al resto del paese, e si registra una crescita in tutti i comparti: residenziale, commerciale, terziario e produttivo.

A livello nazionale si registra una buona performance del residenziale e del commerciale, mentre terziario e produttivo arrancano ancora. Lo dice il consuntivo 2015 dell’Agenzia delle Entrate.

Conviene investire nell’immobiliare?

Proprio la sensazione che il mercato sia ai minimi rende legittimo chiedersi se, e a quali condizioni, può essere conveniente tornare su un bene rifugio per eccellenza come il mattone. Soprattutto da parte degli investitori meno “disinvolti”, spaventati dai bassi rendimenti degli strumenti finanziari tradizionalmente cari alle famiglie, come i titoli di Stato, e dalle turbolenze sempre più frequenti sul mercato borsistico.

Ma è il momento giusto per comprare? Con quale mutui?

Diciamo subito che optare per l’acquisto di una casa è cosa molto diversa dall’investimento finanziario “puro” – per i tempi, le modalità e il coinvolgimento emotivo che a volte questa opzione può comportare.

Il primo passo è l’analisi del mercato: le oscillazioni non sono così improvvise come quelle della Borsa, ma vanno sempre considerate le tendenze nel lungo e medio periodo. Considerare anche che smobilizzare l’investimento sul mattone non è cosa semplice e immediata, che i passaggi burocratici non sono pochi, che l’acquisto comporta per esempio uno sborso fiscale notevole da ammortizzare nel tempo. Cogliere l’attimo giusto è importante, ma non bisogna guardare solo al prezzo.

Altro punto importante è la scelta del mutuo. Viviamo una fase di tassi bassi senza precedenti. Se questa è una forte spinta a indebitarsi, però, d’altro canto occorre scegliere con cura il tasso e il prodotto più adatto, confrontare le offerte delle banche e non caricarsi di costi inutili. Inoltre, una volta acceso il mutuo occorre ricordarsi sempre che è possibile rinegoziare o surrogare in caso esistano sul mercato condizioni migliori.

Possiamo aggiungere che se il Governo ci mette un po’ di buona volontà, e riporta l’acquisto della casa un sogno e non più un incubo da “gestire”, ci sono le migliori condizioni perché il mercato immobiliare a Roma possa ripartire e anche molto bene.

Per chi vuole vendere casa

Qualche consiglio: disfarsi di una casa rapidamente non è impossibile, si tratta solo di non fare errori.

1) Il prezzo

Essere realisti e partire da un prezzo che permetta la vendita nel minor tempo possibile, è la chiave di tutto. Molti dicono che non è un segreto che in un momento di prezzi bassi, più la casa resta invenduta, meno vale.

2) Avvalersi di una consulenza

Calcolare il prezzo di casa propria può essere complicato in un momento come quello attuale. In più, i proprietari di casa sono soliti attribuire alla casa un valore sentimentale che per i compratori non esiste. Mettersi nelle mani di un professionista o di un perito, che aiutino a calcolare il prezzo adeguato e organizzino le visite della casa, è di solito una buona idea.

3) Non giocare al ribasso

Niente obbliga un venditore a diminuire il prezzo di vendita, però se si vuole vendere una casa conviene essere competitivi nel prezzo. Se la propria è la casa più cara del quartiere, non è giocando al ribasso che la farà vendere prima. Avvalersi di un esperto aiuta a fare il prezzo giusto. Ogni immobile ha un proprio valore di mercato: il bravo Agente Immobiliare sa valutare un immobile, e avere fiducia nel suo lavoro è il primo passo.

4) Rifiutare le offerte

In un mercato in calo se si rifiutano le offerte, a posteriori ci si potrebbe pentire. Bisogna distinguere tra quelli che realmente fanno un’offerta coerente e quelli che fanno un offerta temeraria, sapendo che tipo di proposta si sta rifiutando. Capire se si ha a che fare con un possibile compratore o con un perditempo.

5) Calma nel mostrare casa

Non conviene dare la sensazione di esasperazione nel vendere la casa, né esagerare nel mettere in evidenza gli aspetti positivi dell’abitazione.

7) Firmare con chi non si deve

Si raccomanda anche di non firmare contratti di caparra né un anticipo per bloccare la casa, senza essere sicuri che il compratore riuscirà ad ottenere un’ipoteca. La tentazione di firmare qualcosa è alta, visto che presuppone un passo avanti verso la tanto agognata vendita, però rischia allo stesso tempo di paralizzare la vendita della casa un paio di mesi, prima della firma del contratto. Se il compratore non riesce ad ottenere l’ipoteca, probabilmente ci si può tenere l’anticipo, ma si perderà più denaro e forse anche qualche compratore serio per aver tolto il cartello di vendita.

8) Evitare i professionisti

A volte si fugge dagli agenti immobiliari, però se non ci si vuole complicare la vita (la vendita della casa presuppone grattacapi), è raccomandabile mettersi nelle mani di esperti: sono di grande aiuto e facilitano l’intero processo. Non dovremo più mostrare la casa, né rispondere alle chiamate di perditempo, né preparare più cartelli, né discutere il prezzo con il compratore. Soprattutto, i consulenti immobiliari sanno muoversi nella pratica burocratica. Sono molte le cose che bisogna sapere a livello di documenti e controlli da effettuare.

9) Avvalersi di una sola agenzia Immobiliare

Se il venditore mette un prezzo in un annuncio e l’Agenzia immobiliare un altro, o ancora peggio se ci si avvale di più Agenzie Immobiliari, è risaputo che si scredita l’immobile e si genera sfiducia. La casa deve essere gestita o dal proprietario o da una sola Agenzia Immobiliare.


0 views0 comments

Recent Posts

See All