Search
  • infoluciapolidoril

RESPONSABILITA’ DI UN PROPRIETARIO E POLIZZE ASSICURATIVE


Essere proprietari o possessori di un bene immobile, oltre ad essere un investimento, è anche una responsabilità.

La nostra abitazione, l’ufficio, il locale dove lavoriamo, non è solo il luogo sicuro dove trascorriamo gran parte della giornata, ma può essere anche fonte di dispendio di denaro se accade qualche evento straordinario che arrechi danni di entità tale che possono pregiudicare la propria situazione economica.

Il proprietario di un immobile, di solito, ha interesse a tutelare sia l’immobile stesso contro i rischi che questo può correre (incendi, danneggiamenti, furti, et altro), sia il proprio patrimonio contro le richieste economiche di risarcimento che i terzi possono avanzare a causa di danni subiti connessi all’immobile: rovina dell’edificio con danneggiamento dei confinanti, ferimento di passanti per crolli, et altro. Per non parlare delle parti comuni, tetto, scale, et altro e i danni che queste possono causare a terzi, od anche, agli stessi condomini, con conseguente richiesta di risarcimento.

Per tutte queste questioni vengono in soccorso le Polizze Assicurative.

L’assicurazione casa è un prodotto multirischio che serve a soddisfare esigenze straordinarie che siano collegate con la proprietà di qualsiasi bene immobile. Si tratta di un prodotto assicurativo in grado di proteggere un proprietario, la sua famiglia, nonché i suoi beni, da qualsiasi tipo di evento che potrebbe generare un danno di tipo economico.

La Polizza Assicurativa può essere fatta sia dal proprietario di un immobile che dal condominio di uno stabile, dal conduttore non proprietario ma possessore dell’immobile, sia per fatti di terzi che per eventi naturali, come anche per danni che potrebbero essere chiamati a risarcire a terzi in quanto custodi del bene o proprietari stessi.

Eventi imprevedibili e straordinari, aimè possono accadere: pensiamo ad un incendio, un fulmine, un allagamento, una caldaia che per un guasto improvviso alle tubature scoppi, fughe di gas, caduta di alberi e molto altro.

Oltre alla copertura di questi eventi, che possono variare a seconda del contenuto della polizza, si può prevedere la copertura per eventi ulteriori, le cosiddette “garanzie aggiuntive”, per esempio la mancata riscossione di canoni di locazione, oppure i danni volontari per prevenire o arrestare il sinistro come quelli dei pompieri che sfondano la porta di casa.

Forse non tutti sanno, che, quando abbiamo a che fare con immobili da costruire, il costruttore ha l’obbligo di stipulare una polizza assicurativa indennitaria decennale a beneficio dell’acquirente.

Nei condomini è possibile stipulare una polizza di assicurazione per gli atti compiuti dall’amministratore nell’esercizio del mandato.

In Italia, nessuna legge ci obbliga a stipulare un’assicurazione, e forse è per questo che poche persone lo fanno.

Da un punto di vista di prevenzione e promozione, si tratta di un atto di fondamentale importanza. Dietro un qualsiasi evento c’è la richiesta di un risarcimento: poco male se si tratta di piccole somme. Ma quando si verifica un danno importante e difficile da liquidare, si risponde con il proprio patrimonio: saremo costretti a chiedere un mutuo o a vendere il nostro bene.

A voi la scelta!


2 views0 comments

Recent Posts

See All